Libri d’amore “d’occasione”
Sono i libri che si trovano in libreria (e in edicola) intorno a san Valentino. In questi giorni, il libro non è che uno dei tanti gadgets amorosi che popolano i negozi.
Per il vasto pubblico dei non-lettori (oltre il 50% degli italiani nel 2008 non ha letto nemmeno un libro) un messaggio tranquillizzante: questi libri- gadget non vanno letti. Vanno semplicemente regalati. Come segno e pegno d'amore. Il fastidio della lettura non viene richiesto nemmeno al destinatario/a del dono: quel che conta è regalarlo alla (o riceverlo dalla) persona giusta. E' il pensiero (anzi: il sentimento), quello che conta. Soprattutto a san Valentino, che conta così tanto per gli innamorati.
L'attuale capostipite dei libri d'amore-gadget è "Ti amo in tutte le lingue". E' un libro senza autore (Claudio Ciaravolo è semplicemente l'ideatore-raccoglitore delle espressioni amorose), e senza lettori: si regala, e chi lo riceve tutt'al più lo sfoglia, per togliersi qualche curiosità.
Il titolo è così famoso da essere stato scelto - con l'identica grafica del libro -da Leonardo Pieraccioni per un suo recente film.
Ai libri "d'occasione" appartengono le raccolte di poesie d'amore, di citazioni, di frasi celebri, di epigrammi e di aforismi sull'amore (erotismo compreso).
Nei dintorni di san Valentino l'amore in libreria è presente in tutte le salse, anche in quelle vere: non mancano infatti tutte le ricette afrodisiache possibili e immangiabili.

ti amo in tutte le lingue